Comunità Fantasy
 
IndiceFAQCercaRegistratiAccedi
Ultimi argomenti
» I miei soggetti di sceneggiatura
Da The Candyman Lun Set 24, 2018 6:53 pm

» Tempus fugit
Da The Candyman Ven Set 21, 2018 11:32 pm

» A lezione col maestro Wong
Da Sephiroth Mar Ago 28, 2018 9:00 pm

» Un saluto a tutti voi!
Da The Candyman Mar Lug 17, 2018 11:22 pm

» Fotografia
Da B4rcy Mer Giu 06, 2018 1:49 am

» Una canzone al giorno (?)
Da The Candyman Gio Mag 10, 2018 12:12 am

» Salve a tutti
Da The Candyman Mer Apr 11, 2018 10:38 am

» GREZZO-DUE 2
Da The Candyman Mer Mar 14, 2018 1:39 am

» Wing Chun: Raccolta Lezioni Online e Video Informativi
Da Sephiroth Dom Feb 18, 2018 12:53 pm

» Vendo Warhammer quest edizione 1995
Da aekold78 Sab Ago 05, 2017 12:21 pm

Parole chiave
davidz effetto acqua recensione ruggine zendra conti dark drone ilcappellaio lista demoni elfi silvani fango vampiro impero codex eldar warcraft tiranidi

Condividi | 
 

 Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2, 3 ... 15 ... 30  Seguente
AutoreMessaggio
Archmage
Utente
Utente
avatar

Età : 44
Località : Napoli
Messaggi : 1467

MessaggioTitolo: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:17 am

Terzo quarto della seconda luna dall'avvento del Freddo.

Erano ormai alcuni giorni che Hvergelmirsen aveva lasciato il suo clan in cerca di quello che ogni Agaro sano e robusto della sua età avrebbe voluto: gloria e bottino. Non aveva che da scegliere dove dirigersi. A nord le terre dei nomadi Narr, gli occhistorti con mezzicavalli si estendevano ampie ma offrivano scarse promesse di bottino. I nomadi erano codardi e i loro averi usualmente modesti. A nord est si trovavano le terre di confine del paese noto come Confederazione dove la gente viveva tra mura di pietra e di legno stando uno addosso all'altro e generando un fetore che ogni Agaro sano di mente avrebbe disprezzato. Quelle terre però, erano trafficate di carovane e viandanti e molto promettenti. A nord ovest si trovava Hermia: una nazione di pazzi fanatici pronti ad ammazzare qualsiasi Agaro che capitasse loro a tiro. Come bottino non sapeva quanto potesse essere interessante, ma di certo di teste da spaccare ne avrebbe trovate molte. A ovest c'erano le terre del Grande Principe Vhrafmar, che faceva da tempo guerra contro Hermia mettendo alla prova i guerrieri di tanti clan come il suo e procurando loro fama e bottino Hermiano. La città di tende era però nota come un brutto posto (come d'altronde ogni altra città) ed era per di più parecchio lontana dalle terre del clan di Ulf.
Ad ovest si trovavano invece le montagne della Coda del Mondo ed oltre esse, scalandole o attraverso Il Corridoio le favolose terre di Ircana abitate da strane creature e dove pare che nessuna magia funzioni. Un luogo di indicibile potere che offriva indubbiamente grandi opportunità, ma anche rischi considerevoli. Per quanto Hvergelmirsen ne sapeva in quel paese c'erano bestie che le armi non potevano scalfire e come puoi uccidere qualcosa che non puoi ferire con l'acciaio?
Qualunque direzione del Sud lo avrebbe riportato nelle terre del suo clan, ma a mani vuote suo padre non sarebbe stato di certo fiero di lui.



-=- Ogni giorno nuovo materiale per il Regolamento Ventura -=-
Il forum storico di Ventura è gentilmente ospitato da Zendra. Anche se i nostri play by forum sono storia antica oramai
se siete interessati a partecipare a play-by-forum, play-by-chat o play-by-mail contattatemi pure!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://qdiv.blogspot.com
erenis
Utente
Utente


Età : 35
Località : Varese
Messaggi : 376

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:18 am

Hvergelmirsen doveva pensare a una cosa sola per ora: sopravvivere.
La prova che l'aspettava richiedeva ottimo equipaggiamento e la piena salute fisica, non poteva quindi permettersi di arrivare nei luoghi di bottino in stato precario e senza una protezione minima, sebbene il suo fisico potesse sopportare situazioni che ben pochi umani avrebbero potuto provare rimanendone indenni.
Si sarebbe diretto verso nord, passando per le fitte boscaglie e le terre montuose alla ricerca di carne con cui sfamarsi e pelli di fiere con cui coprire le sue membra.
Per poi giungere alle zone carovaniere di confine.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Archmage
Utente
Utente
avatar

Età : 44
Località : Napoli
Messaggi : 1467

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:19 am

Decisa la direzione dove dirigersi Hvergelmirsen si incamminò con passo sostenuto, ma senza sforzarsi per evitare di sudare, verso il massiccio montuoso da cui poi si allungavano le catene di montagne che costeggiavano Il Corridoio fino a ragguingere la Coda del Mondo. In quelle terre dove la taiga era folta e prosperosa per quanto potesse esserlo a quei climi avrebbe potuto trovare facilmente prede alla sua portata senza rischiare troppo seriamente di imbattersi in bande troppo numerose di nemici umanoidi contro cui anche un Agaro coraggioso, robusto ma solo non avrebbe avuto scampo.
Già nel pomeriggio dello stesso giorno, oramai in vista dei primi pini Hvergelmirsen scorse delle impronte che si dirigevano ad est verso la taiga.
Capì subito che si trattava di un quadrupede, e la forma degli zoccoli gli disse che era un alce, probabilmente un esemplare adulto.



-=- Ogni giorno nuovo materiale per il Regolamento Ventura -=-
Il forum storico di Ventura è gentilmente ospitato da Zendra. Anche se i nostri play by forum sono storia antica oramai
se siete interessati a partecipare a play-by-forum, play-by-chat o play-by-mail contattatemi pure!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://qdiv.blogspot.com
erenis
Utente
Utente


Età : 35
Località : Varese
Messaggi : 376

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:19 am

Archmage ha scritto:

Già nel pomeriggio dello stesso giorno, oramai in vista dei primi pini Hvergelmirsen scorse delle impronte che si dirigevano ad est verso la taiga.
Capì subito che si trattava di un quadrupede, e la forma degli zoccoli gli disse che era un alce, probabilmente un esemplare adulto.
"Un alce solitario, ottimo."

Hvelgermirsen pazientemente iniziò la sua caccia. Gli occhi e le orecchie erano attenti ad ogni movimento e rumore che potessero percepire, e la sua ascia stretta nei pugni.
Percorse un tratto di terreno leggermente erboso con qualche chiazza innevata che si dirigeva verso l'alto, poi bruscamente scendeva per poi risalire muovamente verso altezze superiore a quelle appena percorse.
Gli abeti si facevano sempre più vicini...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Archmage
Utente
Utente
avatar

Età : 44
Località : Napoli
Messaggi : 1467

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:20 am

Hvergelmirsen aveva appena oltrepassato il primo pino, solitaria vedetta della taiga, quando sentì un'odore inconfondibile ma inaspettato: quello del sangue. Evidentemente la sua preda o comunque un altro animale non troppo lontano era caduto tra gli artigli o le fauci di un predatore. Non aveva idea di quale questo potesse essere, ma lo supponeva piuttosto grosso, in caso la sua vittima fosse un alce adulto. Certo potevano anche essere stati dei lupi, ma in questo caso come mai non ne aveva ancora scorto le impronte?



-=- Ogni giorno nuovo materiale per il Regolamento Ventura -=-
Il forum storico di Ventura è gentilmente ospitato da Zendra. Anche se i nostri play by forum sono storia antica oramai
se siete interessati a partecipare a play-by-forum, play-by-chat o play-by-mail contattatemi pure!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://qdiv.blogspot.com
erenis
Utente
Utente


Età : 35
Località : Varese
Messaggi : 376

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:20 am

Sapeva che se avesse abbandonato le sue intenzioni sarebbe diventato un possibile e appetitoso spuntino di fine pasto per quel possibile predatore oramai suo antagonista. E l'idea di diventare una preda da braccare non era certo nella sua natura...
La cosa migliore sarebbe stata trovare quella "cosa".

Si fermò, si nascose dietro un albero (sebbene la sua corporatura esigesse ben più di un albero come copertura) e cercò di captare qualsiasi rumore. Da li avrebbe cercato di dedurre la natura del predatore o del cacciatore che gli aveva rubato il suo prezioso pasto...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Archmage
Utente
Utente
avatar

Età : 44
Località : Napoli
Messaggi : 1467

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:20 am

Parzialmente nascosto dietro il pino Hvergelmirsen si guardò intorno cercando di scovare il predatore. Poi sentì uno schioccare d'ossa e finalmente lo scorse, o meglio scorse una macchia bianca muoversi tra gli alberi. Si concentrò per capire più chiaramente di cosa si trattasse, ma proprio in quel momento la creatura si spostò fuori dagli alberi e lui la vide chiaramente. Si trattava di un gherbel: una bestia delle nevi antropomorfa coperta da una spessa pelliccia bianca. Nel suo caso si trattava di un esemplare giovane, alto poco più di 10 braccia (cioè comunque due più di Hvergelmirsen) che trascinava ancora parte della carcassa di un cervo delle nevi tenendone il collo ben stretto in una delle sue grandi mani artigliate.
Il gherbel stette ad osservarlo fermo a circa ottanta passi da lui poi proruppe in un selvaggio grido gutturale e iniziò ad avanzare lentamente nella sua direzione continuando a trascinarsi dietro la carcassa insaguinata.



-=- Ogni giorno nuovo materiale per il Regolamento Ventura -=-
Il forum storico di Ventura è gentilmente ospitato da Zendra. Anche se i nostri play by forum sono storia antica oramai
se siete interessati a partecipare a play-by-forum, play-by-chat o play-by-mail contattatemi pure!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://qdiv.blogspot.com
erenis
Utente
Utente


Età : 35
Località : Varese
Messaggi : 376

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:21 am

Stette qualche secondo, forse pochi istanti, a capire che tipo di atteggiamento potesse aver assunto la bestia bianca, mentre la sua ascia da lancio era balenata nella sua mano destra e la sinistra teneva stretta l'altra, nonostante non potesse essere al momento utilizzata.

-----------------------------------------------
Secondo il mio pg, in questo momento (sempre se conosce qualcosa in più di quello che già hai tu scritto) che tipo di atteggiamento ha assunto il gherbel?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Archmage
Utente
Utente
avatar

Età : 44
Località : Napoli
Messaggi : 1467

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:22 am

Sebbene Hvergelmirsen non avesse mai visto un gherbel vivo, ma soltanto sotto forma di pelliccia usate per coperte o ampi mantelli, non ebbe alcun dubbio che la creatura gli fosse ostile. Forse andarsene sarebbe stato sufficiente ad evitare uno scontro, perché certo la creatura vedeva in lui un intruso nel suo territorio piuttosto che una fonte di cibo. La creatura si trovava oramai a 50 passi, ancora troppo lontana per avere una possibilità decente di colpirla.

=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-
Come ho scritto il tuo PG non sa nulla di come i gherbel si comportino con gli umani, ma sa che sono bestie molti forti e robuste. Un animale di cui si può andare fieri della pelliccia. Per avere qualche possibilità di colpire il Gherbel con l'ascia devi lasciarlo avvicinare almeno a 20-25 passi.



-=- Ogni giorno nuovo materiale per il Regolamento Ventura -=-
Il forum storico di Ventura è gentilmente ospitato da Zendra. Anche se i nostri play by forum sono storia antica oramai
se siete interessati a partecipare a play-by-forum, play-by-chat o play-by-mail contattatemi pure!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://qdiv.blogspot.com
erenis
Utente
Utente


Età : 35
Località : Varese
Messaggi : 376

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:22 am

Hvergelviresn voleva far avvicinare la bestia tanto quel che bastava per scagliare con tutta la sua forza l'ascia da lancio, per poi caricare con la sua poderosa ascia inarcando le braccia verso l'alto per far si che il suo colpo potesse risuoltare il più micidiale possibile.

La forza più grande avrebbe prevalso, ma l'effetto sorpresa sembrava essere, ai suoi occhi, dalla sua parte.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Archmage
Utente
Utente
avatar

Età : 44
Località : Napoli
Messaggi : 1467

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:23 am

La creatura si avvicinò lenta e minacciosa ma quando fu a circa 20 passi Hvergelviresn le scagliò contro con tutta la violenza di cui era capace la sua ascia da lancio. Non risultò essere un grande lancio ma colpì comunque il bersaglio, provocando alla creatura una ferita superficiale ad un braccio.
L'agaro e il gherbel si buttarono quindi l'uno contro l'altro, in una foga assassina e Hvergelviresn sentì il desiderio di uccidere crescere enormemente nei pochi istanti che lo separavano dal primo colpo.
Aveva però sottovalutato il suo avversario. La bestia era più agile e rapida del previsto e dopo un rapido scambio di colpi l'unica ferita del gherbel era quella provocata dall'ascia da lancio, mentre Hvergelviresn aveva una lunga ferita superficiale al torace ed una lacerazione piuttosto profonda ad un polpaccio.
La sua ira, vedendosi ferito, crebbe a dismisura dandogli una determinazione letale a massacrare il suo avversario, o almeno portarlo con se all'altro mondo.

=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-
La creatura ti ha inflitto coi suoi artigli la bellezza di 86 punti di danno. Hai evitato per un soffio di subire un critico e non hai perdite di sangue quantificabili in punti vita per giro.
Attualmente ti restano 39 PV e quindi sei tra 1/2 e un 1/4 e dal prossimo giro il tuo CdA sarà di 4 punti più alto per questo ma di 1 più basso per via della sconfitta appena subita in questo giro.

Esperienza
PX alla Resistenza=86



-=- Ogni giorno nuovo materiale per il Regolamento Ventura -=-
Il forum storico di Ventura è gentilmente ospitato da Zendra. Anche se i nostri play by forum sono storia antica oramai
se siete interessati a partecipare a play-by-forum, play-by-chat o play-by-mail contattatemi pure!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://qdiv.blogspot.com
erenis
Utente
Utente


Età : 35
Località : Varese
Messaggi : 376

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:24 am

Sangue.
Questo era l'odore che pervadeva le narici del giovane barbaro... un odore di morte, un odore che avrebbe accompagnato l'uno o l'altro, o entrambi, verso l'oltretomba.

Poi, il nulla.
La coscienza che muoveva il pensiero e la razionalità di Hvergelmirsen veniva sempre meno, lasciando sempre più spazio all'istinto. Il cacciatore, la Bestia sopita in lui ora si stava destando per forse l'ultimo e decisivo colpo.

=======================
Che devo fare a livello tecnico? :)
P.s. cmq complimenti sei bravo a descrivere le scene di combattimento!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Archmage
Utente
Utente
avatar

Età : 44
Località : Napoli
Messaggi : 1467

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:24 am

L'indomito agaro reagì sfoderando una violenza ancora maggiore che diede in pochi istanti il suo frutto, che provocò un taglio profondo alla gamba, o forse sarebbe stato più corretto dire zampa, del gherbel. La ferita sanguinava visibilmente e anche se la creatura era grande e forte la perdita di sangue la avrebbe fatta venir meno nel giro di alcuni minuti.
Ci sarebbe stato ancora da combattere prima di allora però perché la bestia bianca non dava segno di volersi ritirare, e comunque Hvergelmirsen non glielo avrebbe permesso.

=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-
Finora non potevi fare molto in quanto l'unica tecnica che conosci ha come condizioni necessarie o quella di apertura o quella di vittoria. Attualmente ti trovi nella seconda e quindi volendo potresti usarla al prossimo giro (ma puoi anche non farlo visto che richiede un test sulla Forza da 11+ su un d20 e tu hai solo 39 PV).
Riguardo le descrizioni ti ringrazio, ma avendo una tabella per stabilire dove i colpi arrivano ed un'altra per gli eventuali colpi critici le cose sono più facili di quanto sembrano.



-=- Ogni giorno nuovo materiale per il Regolamento Ventura -=-
Il forum storico di Ventura è gentilmente ospitato da Zendra. Anche se i nostri play by forum sono storia antica oramai
se siete interessati a partecipare a play-by-forum, play-by-chat o play-by-mail contattatemi pure!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://qdiv.blogspot.com
erenis
Utente
Utente


Età : 35
Località : Varese
Messaggi : 376

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:25 am

Lo sfrigolio della lama che fuoriusciva dalle lacerate carni del gherbel risuonava nelle orecchie del giovane agaro, tanto che la sua adrenalina non potette fare che aumentare. Nuovo vigore pervadeva il corpo del barbaro, e un altro colpo sempre più impetuoso stava par abbattersi inesorabile sull'animale.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Archmage
Utente
Utente
avatar

Età : 44
Località : Napoli
Messaggi : 1467

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:25 am

La bestia curvandosi schivò di un soffio due colpi d'ascia dell'agaro rispondendo poi rapida con i suoi grossi artigli che affondarono nella spalla e nel braccio sinistro di Hvergelviresn. Le ferite non erano gravi di per sé ma aggiunte a quelle che aveva già subito stavano mettendo duramente alla prova la sua resistenza.

=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-
Sei nei guai. La bestia ti ha fatto altri 54 danni e sei finito a -15 PV. Questo vuol dire che se non impieghi un punto favore per recuperarne 30 il tuo personaggio ha il 12% di probabilità di soccombere ogni giro (e in caso dovesse soccombere poi ti serviranno 3 punti favore per evitare che muoia definitivamente). Al momento il tuo personaggio possiede 12 punti favore.



-=- Ogni giorno nuovo materiale per il Regolamento Ventura -=-
Il forum storico di Ventura è gentilmente ospitato da Zendra. Anche se i nostri play by forum sono storia antica oramai
se siete interessati a partecipare a play-by-forum, play-by-chat o play-by-mail contattatemi pure!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://qdiv.blogspot.com
erenis
Utente
Utente


Età : 35
Località : Varese
Messaggi : 376

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:27 am

Quale umilizione per il giovane barbaro... verso il suo orgoglio, verso il padre Ulf, verso il Principe di Ghiaccio che lo aveva accolto diciassette anni orsono tra le fredde lande settentrionali del continente!
Ed è proprio a quest'ultimo che i suoi pensieri ora si rivolgevano... nel momento del bisogno, dove le sue sole forze di essere mortale e fatto di carne venivano meno, la disperazione si aggrappava a qualsiasi cosa.

"Ricorda, figlio: la fuga è la peggiore delle umiliazioni!"

-----------------------------------------------------
Cavolo! Ma quanto è forte questa bestia!
Uso il punto favore!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Archmage
Utente
Utente
avatar

Età : 44
Località : Napoli
Messaggi : 1467

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:28 am

Vedendo l'agaro barcollare la creatura divenne però troppo ebbra dell'odore del sangue da risultare imprudente contro la macchina di morte che aveva di fronte. Un colpo violento di Hvergelviresn la colpì duramente all'inguine facendola ululare di dolore e provocandole una ferita grave e sanguinante.
La bestia perse tutto il suo ardore e cercò di darsi alla fuga. Sembrò riuscirvi quando un attimo dopo l'ascia di Hvergelviresn la mancò di misura mentre cercava di disingaggiarsi, ma fece solo pochi passi perché incespicò nella neve, forse a causa del dolore. In un attimo l'agaro fu su di lei e con un tremendo colpo d'ascia le staccò di netto una gamba. Il gherbel si contorse un paio di volte arrossando la neve e poi giacque immobile.

=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-
Usando il punto favore sei tornato a 15 PV.

Esperienza
PX alla Resistenza=54
PX a Ascia indomita=12

La tua Resistenza è aumentata di 1!



-=- Ogni giorno nuovo materiale per il Regolamento Ventura -=-
Il forum storico di Ventura è gentilmente ospitato da Zendra. Anche se i nostri play by forum sono storia antica oramai
se siete interessati a partecipare a play-by-forum, play-by-chat o play-by-mail contattatemi pure!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://qdiv.blogspot.com
erenis
Utente
Utente


Età : 35
Località : Varese
Messaggi : 376

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:30 am

Il respiro era affannoso, il dolore che prima ignorava per via dello stato di furia cieca in cui era caduto ora si faceva sempre più vivo. Uno sguardo sulla gamba martoriate e il petto lacerato, e la fatica si faceva ancora più sentire.
Non importava. Lui era Hvergelmirsen Hulfhjem Njordsen, colui che con la sola sua ascia aveva ucciso un gherbel!
Il candido manto della creatura sarebbe stata la prova del suo valore, e le sue carni avrebbero saziato la propria fame.
Il sangue fresco della creatura avrebbe infuso la sua immane forza nello spirito dell'agaro... la potenza dell'avversario avrebbe così alimentato la propria!

Si allontanò dal corpo per recuperare la preziosa ascia da lacio: non poteva fare a meno dell'arma che gli aveva consentito quel vantaggio senza il quale probabilmente sarebbe stata decretata la sua fine!
Successivamente ritornò verso il corpo e, usando la piccola ascia, iniziò a scuoiarlo. Poi prese della legna, la meno umida che riuscì a trovare, e accese un piccolo focolare. Le carni vennero strappate, il sangue fresco versato in una ciotola e le memba vennero cotte.
La fame e la sete del barbaro trovarono così il loro appagamento.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Archmage
Utente
Utente
avatar

Età : 44
Località : Napoli
Messaggi : 1467

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:30 am

Procurarsi della legna ed accendere il fuoco fu di gran lunga più lungo e difficoltoso di quanto Hvergelmirsen sperava. Fortunatamente dopo una laboriosa ricerca, una interminabile fase di preparazione e numerosi tentativi poté scaldare le sue ormai stanche membra al fuoco. Nemmeno scuoiare il gherbel fu semplice ma il risultato finale, seppur rozzo, fu migliore di quanto lo stesso agaro si aspettava. Certo avrebbe dovuto far conciare la pelle da qualcuno più capace di lui in queste cose, ma almeno la materia prima era in buone condizioni. Riuscì ad ottenere dalla carcassa abbastanza cibo per tre giorni ma solo una piccola quantità di sangue. Era quasi completamanete buio quando completò il suo lavoro con la carcassa dell'animale. Forse avrebbe potuto ottenere qualcosa anche da quanto restava del cervo delle nevi. Il suo palco di corna non era molto voluminoso, segno che si trattava di un esemplare giovane, ma poteva essere comunque utile per ricavarvi oggetti di modeste dimensioni come attrezzi, coltelli e punte di freccia. Che volesse o meno era comunque ormai troppo tardi per dedicarvisi adesso, la luce era troppo fioca e quella del piccolo fuoco che aveva acceso insufficiente.

=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-
Decidi come sistemarti per la notte.



-=- Ogni giorno nuovo materiale per il Regolamento Ventura -=-
Il forum storico di Ventura è gentilmente ospitato da Zendra. Anche se i nostri play by forum sono storia antica oramai
se siete interessati a partecipare a play-by-forum, play-by-chat o play-by-mail contattatemi pure!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://qdiv.blogspot.com
erenis
Utente
Utente


Età : 35
Località : Varese
Messaggi : 376

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:31 am

Aveva una pelliccia.
Era rozza, puzzava di carcassa, ma era comunque una calda, soffice, morbida pelliccia. Onde evitare aggressioni notturne da parte della maggioranza delle belve, Hvergelmirsen pensò di arrampicarsi su un robusto albero, portando con sè il candido manto del gherbel, per poi cercare un'incavo di rami che potesse acccogliere il suo imponente corpo e trovare così un riposo ristoratore.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Archmage
Utente
Utente
avatar

Età : 44
Località : Napoli
Messaggi : 1467

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:31 am

La ricerca di un albero adatto non richiese molto tempo. Ve ne erano vari sufficientemente grandi da poter alloggiare un uomo, ma Hvergelmirsen ne scartò tre o quattro prima di trovarne uno capace di dare sia sicurezza che un minimo di comodità. Arrampicarsi non fu difficile per un giovane tanto forte come lui ed anche abbastanza agile. raggiunse il punto che aveva visto dal basso e vi si accomodò. Certo non era la stessa cosa che dormire per terra ma era indubbiamente meglio che trovarsi con una gamba mangiata da qualche altro animale, o peggio...
Prima di addormentarsi si drappeggiò la pelliccia appena scuoiata che sebbene fosse ancora piuttosto puzzolente era di certo molto calda.
Il sonno venne dando ristoro alla mente e al corpo ma quando il mattino dopo l'agaro si svegliò quello che vide non gli fece per nulla piacere.
Enormi nuvole nere e grigio roccia stavano scendendo dal sud e Hvergelmirsen era convinto che queste fossero foriere di una imminente terribile tormenta di neve fuori stagione. Continuare a costeggiare la foresta sarebbe stato molto rischioso: essere colti dalla tormenta allo scoperto significava una probabile lenta morte per mano della gelida morsa del Principe del Ghiaccio. Avrebbe potuto proseguire attraverso la foresta ma non aveva idea di quali fossero i pericoli in cui poteva incorrere nel farlo durante la tormenta. Certo però avrebbe potuto anche tagliare attraverso la foresta per arrivare rapidamente alle montagne e sperare di trovarvi una grotta o una caverna dove attendere il passaggio della tormenta. Con tante possibilità due cose erano però sicure: doveva fare in fretta e portarsi dietro più cibo possibile.

=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-=-
ESPERIENZA
PX alla Forza=2
PX a Sopravvivenza=1



-=- Ogni giorno nuovo materiale per il Regolamento Ventura -=-
Il forum storico di Ventura è gentilmente ospitato da Zendra. Anche se i nostri play by forum sono storia antica oramai
se siete interessati a partecipare a play-by-forum, play-by-chat o play-by-mail contattatemi pure!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://qdiv.blogspot.com
erenis
Utente
Utente


Età : 35
Località : Varese
Messaggi : 376

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:31 am

"Nuvole... e della peggior specie! Devo affrettarmi..."
Dall'altezza in cui si trovava, dette uno sguardo per vedere se il corpo mutilato del cervo fosse ancora li dove il gherbel lo aveva lasciato prima della sua triste sorte, per poi darsi uno sguardo attorno cercando di afferrare anche il minimo rumore che le sue orecchie potevano consentirgli. Successuvamente cercò di arrampicarsi più in alto che potette, cercando di non mettere a dura prova la resistenza dei rami, per poter individuare la direzione delle montagne e percepire tutto ciò che i suoi occhi potevano vedere da quell'altezza.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Archmage
Utente
Utente
avatar

Età : 44
Località : Napoli
Messaggi : 1467

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:32 am

Sforzandosi un po' l'agaro riuscì a scorgere parte della carcassa del cervo, che sembrava essere ancora lì dove era la sera prima. Probabilmente la sua opera di trasformazione del gherbel in qualcosa di utile aveva richiamato tutti i predatori su di esso coprendo l'odore del cervo.
Da lassù la foresta sembrava tranquilla. Nessun animale risultò tanto rumoroso da farsi sentire da Hvergelmirsen, anche se il fruscio del vento tra gli alberi copriva facilmente la maggior parte dei suoni meno intensi.
Non si poté arrampicare molto più in alto perché non si fidava abbastanza della resistenza dei rami. Individuò facilmente la posizione delle montagne a est. La foresta le avrebbe costeggiate ancora a lungo: più a lungo di quanto arrivava a vedere.
Probabilmente sarebbe potuto arrivare alle pendici del massiccio in meno di mezza giornata di cammino. Non aveva idea se avesse così tanto tempo, perché le sue valutazioni erano moto approssimative e non sapeva realmente quanto ci sarebbe voluto perché la tormenta travolgesse la foresta con vento e neve.



-=- Ogni giorno nuovo materiale per il Regolamento Ventura -=-
Il forum storico di Ventura è gentilmente ospitato da Zendra. Anche se i nostri play by forum sono storia antica oramai
se siete interessati a partecipare a play-by-forum, play-by-chat o play-by-mail contattatemi pure!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://qdiv.blogspot.com
erenis
Utente
Utente


Età : 35
Località : Varese
Messaggi : 376

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:32 am

Hvegelmirsen era deciso: voleva recarsi verso le montagne basse, alla ricerca di una grotta che gli offrisse riparo. Una grotta che possibilmente non fosse occupata da qualche fiera gelosa del proprio territorio...

Scese dall'albero e si diresse verso la carcassa del cervo: le corna le sarebbero state itili in futuro, considerando inoltre che non marciscono come le molli carni.
Con l'ascia in mano, si diresse quindi verso le montagne, portando con se la sua nuova coperta. Le sue attenzioni ora vertevano sulla ricerca di un corso d'acqua, con la speranza di trovare una grotta non lontana da esso. Il pesce è la miglior fonte di cibo disponibile durante le intemperie colossali come quella che si stava per abbattere.

Non si era dedicato molto alla pesca nei suoi anni di vita, e mentre camminava si sorprese a rimpiangere questo suo deficit.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Archmage
Utente
Utente
avatar

Età : 44
Località : Napoli
Messaggi : 1467

MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   Mar Giu 10, 2008 12:33 am

Il giovane agaro si inoltrò nella foresta camminando di buona lena verso est. Muoversi tra la fitta boscaglia della taiga non era molto agevole e in alcune occasioni Hvegelmirsen dovette far ricorso alla sua ascia per aprirsi il cammino. Le pendici del massiccio erano ormai prossime quando la foresta iniziò lentamente a diradarsi rendendo la sua avanzata più celere. Fu proprio uscendo da uno dei pochi punti di vegetazione più fitta ancora rimasti che l'agaro si trovò di fronte ad appena una dozzina di passi tre creature umanoidi. Queste erano alte poco meno di lui e altrettanto possenti nel fisico, ma in modo più rozzo e deforme. I loro volti erano poi simili a quelli di un cinghiale con canini sporgenti e nasi più simili a grugni.
Il suo clan si era spinto solo un paio di volte tanto a nord da imbattersi in simili creature, ma Hvegelmirsen li riconobbe immediatamente come degli orchetti. Erano vestiti con rozze pellicce mal conciate ed armati con asce di legno con lame pietra nera e stupiti probabilmente quanto lui dell'incontro. Evidentemente però anche loro avevano incontrato qualcuno della sua gente prima d'ora perché dopo un'attimo di incertezza il più grosso dei tre disse "Buttare armi-ascetta tu terra!" storpiando in modo inaccettabile la sua bella lingua natia. Sia lui che i suoi due compagni resero più evidente l'ordine facendo oscillare in modo minaccioso le loro rozze asce.



-=- Ogni giorno nuovo materiale per il Regolamento Ventura -=-
Il forum storico di Ventura è gentilmente ospitato da Zendra. Anche se i nostri play by forum sono storia antica oramai
se siete interessati a partecipare a play-by-forum, play-by-chat o play-by-mail contattatemi pure!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://qdiv.blogspot.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen   

Torna in alto Andare in basso
 
Cronaca delle avventure di Hvergelmirsen Ulfhjem Njordsen
Torna in alto 
Pagina 1 di 30Vai alla pagina : 1, 2, 3 ... 15 ... 30  Seguente
 Argomenti simili
-
» Per Romy1982 Esiti finali delle Ambate proposte.
» Domenica delle Palme
» GChiaramida - Torna il metodo IL SEGRETO DELLE RIPETIZIONI!
» FLF: Fabrizio sogna 1 ambo secco a Torino. Tutta colpa delle cipolle al forno?
» QUARTA PREVISIONE...DALLA TECNICA DELLE TERZINE...52-66 A ROMA

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Zendra :: FORUM DEI GDR PER LE GILDE :: GIOCHI DI RUOLO VIA FORUM :: VENTURA :: LE CANZONI DEL MENESTRELLO-
Vai verso: